Animal Crossing

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...


Shigeru Miyamoto con Super Mario Bros sullo sfondo.jpg
Shigeru Miyamoto approva questo articolo!
Questa voce è piaciuta così tanto a Re Nintendo in persona che l'autore è stato proclamato seduta stante Nintendaro ad Honorem!
E ora ripeti con me:
Mario.gif Shigeru Miyamoto ti sarò sempre devoto! Luigi.gif
Animal Crossing
Animal crossing.jpg
Copertina del gioco
Tipo di gioco Senza uno scopo
Programmato da Nintendo, pazzi nippomani e qualche napoletano
Pubblicato da Buona Domenica
Piattaforma GayStation 4, GamePube, Pornintendo DS e da oggi anche in merdofonino! Premere i suoi tasti singolari rivela una modalità di gioco che non avevi mai provato!
Approvazione del MOIGE No, a causa del contenuto depravante, il linguaggio volgare e le frequenti scene di nudo, nonché violenze di vario genere e incitamenti alla zoofilia
Distribuzione Purtroppo estesa a livello mondiale
Scopo reale Portare i bambini alla perversione e all'odio profondo contro gli "infedeli"
Quote rosso1.png Toh, che ci faccio al municipio? Quote rosso2.png

~ Giuliano Amato su Tortimer
Quote rosso1.png Dove cazzo sta il mio portafoglio? Quote rosso2.png

~ Padre di un giocatore di Animal Crossing cercando i soldi piantati dal figlio in giardino

Animal Crossing (letteralmente "attraversamento belve feroci") è un gioco ideato e sviluppato dalla Nintendo per le console GayStation 4, GamePube e Pornintendo DS, in collaborazione con Buona Domenica e La capanna dello zio Tobia.Inc, allo scopo di manomettere le menti dei poveri virgulti, istigarli alla violenza carnale e fargli venire la testa a palla. L'idea venne a un dipendente psicopatico della Nintendo (con sede probabilmente nel casertano) il quale, durante un festino con le mascotte più famose (tra cui il Gabibbo, Emilio Fede e colei la quale inventò la trasmissione sgratta-palle) capì la gravità dell'assenza di un gioco che superasse nettamente la soglia di stupidità umana (e non). Dopo inutili tentativi, tra i quali citiamo Metal Slug, The Elder Scroll IV: Oblivion e Power Player Super Joy, ebbe il lampo di genio (eh, 'sta ceppa).

[modifica] La struttura del gioco

[modifica] La "storia"

Tu, povero insignificante mostriciattolo asessuato di circa 3 anni e 2 settimane, ti ritrovi durante una tempesta tropicale su un tassì guidato da una specie di rospo travestito, diretto verso una città senza nome abitata sì e no da 3 sfigati come te. Il rospo, pedofilo, allupato ma anche molto depresso (da lì il nome R-emo), inizierà a molestare il tuo personaggio con domande del tipo "Ma dove vai bella sirenetta?" oppure "Come sei messo a soldi, girino senza coda?". Poi, tramite domande molto discutibili, definirà per sempre il tuo sesso (usando un antico rito voodoo, praticato anche in realtà da Vladimir Luxuria). A questo punto sarai arrivato in città: Remo con una ben assestata pedata nel culo ti fionderà fuori dalla macchina (a quanto pare una copia cinese di una Duna). In tuo onore, il vecchio sindaco Stortimer (chiamato così per problemi genitali) ti lascerà decidere il nome di quella città abbandonata da tutti per esserci venuto ad abitare (Dei Gratias!!). Così inizia la tua fine "grande avventura"!!

[modifica] Lo "scopo"

A prescindere da tutto, il gioco non ha scopo. Devi semplicemente mantenere il tuo paesello intatto, libero da rovi avvelenati, merde di uccello e copertoni di auto. Ci sono tante cose da poter fare:

  • Cagare nei prati per concimare la terra e piantarvi su bei geranei, rose blu geneticamente modificate, margherite giganti o tulipani nani;
  • Incentivare la deforestazione, tagliando alberi di mele o di pesche (misteriosamente a forma di culo) per far posto a megaparcheggi (la città deve crescere!), usando una specie di ascia della Chicco, che si infrange tristemente dopo aver dato circa 3 colpi;
  • Giocare a "Dissotterra il cadavere", usando una pala (sempre della Chicco), originariamente appartenuta a Luca Giurato: in questa (quantomai assurda) cittadina vi è sotterrato di tutto: dai fossili di mammuth, ai femori di frati cappuccini, fino ad arrivare a delle misteriosissime e utilissime (eh, 'na frega) statuine semi-indemoniate, che fanno i rumori più assurdi (testimonianze di una passata civiltà intelligente? NO), dette giroidi (forse per il movimento che fanno le palle umane in loro presenza);
  • Catturare e ingabbiare in un triste museo diroccato tutte le specie di insetti e pesci esistenti (e non): dalle carpe ai gamberetti, dalle pulci alle meduse, dagli squali balena alle mosche tzétzé;
  • Fare mercato nero ed entrare nella mafia immobiliare tramite una volpe membro della Camorra e al suo aiutante, Frociolo. Vi darete al commercio illegale di quadri rubati, traffico di droga e prostituzione minorile (il sogno di una vita!);
  • Imparare a esprimere emozioni (nessuno ci è mai riuscito prima d'ora) con l'aiuto di uno psicopatico con abito da farmacista, noto anche come Dr. Schizzo (le origini di tale nome sono... ehm... ignote);
  • Lavorare part-time in una squallida bottega tenuta da un procione tamarro e avido, Tom Cock, e i suoi due nipoti, Cip e Ciop;
  • Imparare a cagare tante "$telline" (la moneta locale (quotazioni di borsa: 1 $tellina = 20 dollari)), in modo da pagare un pesante mutuo nei confronti del procione tamarro, che in cambio rinnoverà e ristrutturerà la vostra casa nei seguenti stadi: spelonca, porcile, tugurio, palafitta, trullo, capanna e l'ultimo stadio, la "villa di pantano";
Bologna barboni.jpg

Totakeke alla periferia di Bologna, cercando di racimolare qualche spicciolo

  • Prendersi il consueto caffè delle 23:30 in un bar gestito da, udite udite, un PICCIONE. Da qui sorgono i dubbi sulla composizione chimica del caffè stesso (fra le miscele ricordiamo il mocaccino, il Caffè Zero, il caffè al LATTE DI PICCIONE, il caffè allungato, il caffè accorciato, il caffè salato e l'indimenticabile caffè Red Bull (con vero sperma di toro)). Durante il caffè, il sabato sera, potete gustarvi i concerti di un barbone con chitarra, Totakeke, e la sua band, Gli Appestati (chitarra ritmica e testi: Massimo D'Alema; basso: Lupin III; batteria: Michael Tomas; tastiera: Pier Paolo Pasolini), che vi delizieranno con i loro pezzi storici (tra cui Peppino Gianpasquale, Il cane sta orinando e il loro grande successo Tom Cock all'ospedale);
  • Abbattere con una fionda palloncini, mongolfiere, zeppelin e U.F.O. (sempre con la potentissima fionda). Sempre armato di fionda vi unirete all'esercito della città in guerra con la Giappolonia e sterminerete l'esercito nemico (si spera);
  • Sfamare un tricheco con pesce fresco, rape dell'orto di Nonna Papera, insetti alla griglia e frutta assortita in cambio di orride riproduzioni di strade, marciapiedi e striscie pedonali;
  • Filosofeggiare allegramente con il Marzullo del gioco, Pasqualo, una lontra marina comunista altamente segata mentalmente che, chissà perché, vi regalerà un set da flotta, con tanto di barili da nave, cannoni e canotti di gomma;
  • Andare dalla parrucchiera di turno, una cagna spelata di un rosa shocking, direttamente da Montecarlo, con tanto di "r" moscia. Al ragionevolissimo prezzo di 3.000 $telline, vi cambierà pettinatura. Così almeno adesso potrete assomigliare di più a un rockettaro o a un emo... fra le mechés sono presenti i colori turchese, lilla e marrone fresco (colore molto particolare e trasgressivo, dal caratteristico odore);
Esplosione bomba atomica fungo.jpg

La potenza della Ultima SlingShot (la fionda atomica). Notare il lato Nintendo dell'immagine.

[modifica] Le missioni segrete

Consistono:

1. nell'ottenere i potenziamenti degli oggetti in dotazione, ovvero:

  • L'ascia d'oro, un tempo appartenuta a Claudio Amendola;
  • La pala d'oro (con cui potrete sotterrare soldi e far crescere alberi (sempre di soldi);
  • La fionda atomica (Ultima SlingShot), capace di radere al suolo un'intera metropoli con un sol colpo;
  • La canna da pesca di Sampei, un rarissimo cimelio di un famoso pescivendolo;
  • Il retino d'oro, grosso quanto una rete da pesca per tonni;
  • L'orinatoio l'innaffiatoio d'oro;

2. nell'uccidere i due bastardoni all'ingresso della città (in questo si sbloccheranno i personaggi giocabil Gianfranco Fini, Platinette e la sua evoluzione, Jynx);

3. nell'entrare a far parte del KGB nella lotta contro Bush e l'A.T.U. (Alleanza Talebani Uniti). Questo però è una missione con un bug: stranamente, quando state proprio per uccidere il presidente, il gioco stesso esploderà. American side of game!

[modifica]

Il procione tamarro (sì, proprio lui) è in effetti un bravo venditore, e dispone anche di un catalogo con tutti gli oggetti disponibili in Animal Crossing (mobilia, vestiario, stupefacenti, I-Doser...), suddivisi in categorie; eccone alcune:

  • Serie esotica: direttamente dalle Barbados una collezione di mobili in stile neo-avveniristico-tribale (ripresi anche nel film di Lilo & Scotch), con relativa lampadozza made in China e carta da parati-veranda scrausa;
  • Serie country: tutta la collezione era in casa Wayne ai tempi del vecchio West. Stile bella-casa-americana, tamarrissima e inguardabile;
  • Serie vimini: forse l'unica serie decente di tutto il gioco. Né troppo pacchiana (sicuro?), né troppo scontata (sicuro?);
  • Serie moderna: serie che sembra uscita da un ufficio di qualche imprenditore riccastro;
  • Serie pornografica: sbloccabile solo al completamento del catalogo, fra gli accessori troviamo la pornosedia, la pendoccia, la vaginpoltrona e il sucatavolino. Prodotta dalla ditta Rocco&Henger™, è comparsa più volte negli spettacoli di Dita Von Teese, Aida Yespica e Rosy Bindi;
  • Serie erotica: più pacata della pornografica, ma altrettanto discutibile...8====D;
  • Serie spaziale: utilizzata sul set di Star Wars in casa Kenobi: comprende misteriosi asteroidi fluttuanti, meteoriti, comete e qualche pianeta omaggio (ottimi in salotto e nel tinello);
  • Serie cucina: la Prova del cuoco ci dona questa favolosa raccolta di preziosi mobili e accessori per la casa;
  • Serie rapper: dal Bronx con amore; la serie del vero "negro" rappone (vedi 50 cent): piastroni d'oro 40k, catenozzi da nave, berretti della vecchia scuola e le foto delle bonone del college. American style!
  • Serie sbarba: da piazzale Cianfrotti con amore; la serie dell'italiano che si sforza a essere un vero "negro" ma con scarso successo (vedi Fibra): piastrine in simil-ottone, catenine arrugginite, berretti alla Speedy Pollo e le foto di [[Vale13511376

Content-Disposition: fe!

  • Serie spaccio: la preferita del Dr. Schizzo: comprende un esteso set in valigietta con tutte le droghe esistenti (dalla cocaina all'erba del Trentino), un piccolo arsenale di siringhe di vario diametro e lunghezza, la raccolta dei cd per l'I-Doser anni '70 e un armadietto stracolmo di ogni sorta di basticche/caramelle/pilloloni;
  • Serie DiPietro/Giurato: x "inparare" la crammatika ittagliana: Il Zanicelli di Giurato e l'Inno alla noia di DiPietro sono compresi nel set in cd e musicassetta;
  • Serie Laboratorio:dotata di sedia elettrica e panche per il teletrasporto è perfetta per chi vuole giocare al 'piccolo Frankestein'.

[modifica] Gli abitanti

Totakeke.gif

Come fai a resistere?? Ma non vedi quanto è puccio? Totakeke mette d'accordo metallari e nippomani!

I vostri concittadini sono ovviamente animali con i nomi più assurdi (e qualche volta hanno addosso anche le pulci! (ovviamente catturabili e donabili al museo)), ad esempio ChowChow (un panda recchione), Bella (una sorcia tutto tranne che bella) o Crambo (un rospo militare con un passato nei Marines), ma ci sono anche personaggi ricorrenti e scassacazzo, anch'essi animali:

  • Tom Nook, l'avido tamarrone proprietario del negozio (unico in città...), la BOTTEGA di Nook, e i suoi due nipotastri di origine albanese, Marco e Mirco. Il procione amplierà in futuro il suo negozio, fino a farlo diventare un centro commerciale vero e proprio, in concorrenza con la Conad, la LeClerc, l'Ikea e il Mercatone Uno, con tanto di barbiere, cartoleria, angolo bar e pista di atterraggio aeroportuale;
  • Birro e Fido, i due cani bastonati a guardia del portone della città: uno è un abusatore di Peroni, l'altro è un tossicodipendente alcolizzato, assiduo frequentatore di Night club e accanito consumatore di caffé, tabacco e drum (notare le occhiaie);
  • Blatero, il secchione della città. Ha delle turbe psichiche nei confronti delle cimici e degli insetti in genere, mentre adora i pesci, soprattutto quelli grossi, e non capisce un cazzo di arte, dato che colleziona quadri falsi, mentre scarta quelli autentici;
  • Celeste, la (presunta) vergine della città, sta a guardia del telescopio in un'ala del museo, ma in realtà vi è stata rinchiusa dal suo aguzzino, Blatero. Ex membro dell'Apollo 11, sa un frego in quanto a stelle, ma non sa un cazzo di astrologia. È in possesso di una carta stellare taroccata, probabilmente comprata in Afghanistan in cambio di due cammelli, totalmente priva di ogni costellazione.
  • Bartolo, il barista del museo. Bastano due parole: NO COMMENT. Come vi sentireste a bere ogni sera un caffè preparato da un PICCIONE, per di più essendo consapevoli che dentro il caffè c'è lo sperma del piccione stesso (che lui chiama LATTE DI PICCIONE)?? Per di più a 200 stelline!! La maggior parte dei giocatori alla sua proposta di farvi un caffèlatte a 200 stelline ha esclamato decisa "col cazzo!". Bartolo ha trascorso l'infanzia in un bidone nella monnezza alla periferia del casertano dove, fra napoletani, gatti randagi e blatte, ha imparato a fare anche il caffè. Il bar si chiama LA PICCIONAIA: non vi viene subito voglia di andarci??;
  • Bigodina, la parrucchiera taccagna. A 3000 stelline risistemerà la vostra penosa coccia a palla. È stata più volte ospite a Uomini e Donne, Il processo di Biscardi e L'albero azzurro (dove interpretava l'amante di Dodò);
  • Mr. Resetti. Un personaggio (e già definirlo tale è tanto) senza uno scopo preciso. Probabile reincarnazione di Vegeta misto a un Goomba, appare sottoforma di una talpa psicopatica quasi-piramidale con tanto di piccozza al seguito ed elmetto da minatore. È lo scartavetra-palle per eccellenza, e sbuca dopo che hai fatto una cazzata e hai spento la console, ti importuna e ti molesta, ti dà del coglione e ti obbliga a fargli complimenti (un ibrido fra un utente di Wikipedia e un bimbominkia insomma). Ha un passato nel KGB, e operava nel gulag di Krypstak&Petrektek (probabilmente nel nord ovest polacco). I programmatori ce lo hanno ficcato in seguito a un porno party a Malibù dove, strafatti di coca, credevano di vedere talpe ovunque. Ha recitato anche in dei famosi film (dei quali ricordiamo Acchiappa la talpa e Biancaneve sotto i nani). Dopo averti rotto le palle e sodomizzato ti dirà cazzate tipo:"Fai i gargarismi col cemento" o "lavati le mani dopo esserti fatto una pippa";
  • Polly, la pornostar cittadina. Se la passano tutti gli abitanti (maschi, femmine o robot che siano) ogni sabato sera. Andò a scuola con Eva Henger e Valeria Marini, dove imparò la nobile arte del puttanaggio, e si è laureata in Fallologia applicata e Andrologia genitale;
  • Pelly, sorella sfigata di Polly, ma parecchio più fatta, tanto da essersi innamorata del postino scansafatiche. Si lamenta sempre che lui non lo ama, lui non la fila manco morto, ma solo perché lui è ancora più fatto di lei e vede dappertutto qualcosa che desidera altamente;
  • K.K. Slider, il menestrello sfigato errante, e Gli Appestati. Il sabato sera lo troverete sul palco del bar LA PICCIONAIA, intento a strimpellare una chitarra anti-diluviana made in Taiwan, estremamente tarocca;
  • Micia e Micetta. MICIA E MICETTA!!!! Mamma e figlia (s'era capito, no?). Compaiono durante la guerra (quale?); la mamma rimane impantanata in Kosovo, mentre la figlia adolescente preferisce andare a farsi le dosi in qualche pub. Quando rimane senza soldi però piange e si dispera, e implora te, eroe della situazione, di riportarla dalla madre per farsi dare i soldi per altra droga. A volte è talmente fatta di coca che cade mentre cammina. Eeeeh, i giovani!;
  • Tino il postino, un personaggio ritenuto inesistente. Abita nel pescarese, è esperto di psicofarmaci e ha svariati trip mentali, fra cui la paura delle mosche bianche e dei serpenti senza coda;
  • Pasqualo, una lontra marina che vive a pippe mentali. Se gli parli, quelle rare volte che esce dal mare, ti spara due o tre cazzate, ti da un oggetto raro e si ributta in mare. Utile, no?;
  • Sahara, la mercante saudita che vende tappeti super tamarri fabbricati dai bambini in Medio Oriente. Pare sia imparentata con Camilla Parkerbowl;
  • Nella, una vecchia porca di paese che rivende ortaggi avariati a peso d'oro, tra cui rape bianche, rape radioattive e melanzane (per i momenti di tristezza). Pare sia imparentata con Hulk e Porky Pig e abbia lo stesso DNA di Bruce Banner. Ciò spiega la sua superforza e la sua incredibile capacità di trasportare milioni di rape in uno striminzito cestino che porta in spalla.
  • Vanda, detta "La Zingara". Arriva in città con tanto di tenda e, fra stelline, fumi di ogni tipo e qualche canna, riesce a predirti in chissà-quale-modo il futuro per quella giornata. Si pensa sia una stretta collaboratrice di Vanna Marchi ed è indagata per commercio illegale di vasi da notte.
  • Volpolo,ridente volpe che lavora al mercato nero, dove ti vende patacche assolute al quintuplo del prezzo originale, droga assortita e quadri falsi da dare al museo. per poter entrare nella tenda bisogna dire una "parola segreta" priva di qualsiasi senso.


[modifica] Gli insetti

Quote rosso1.png Quelli grossi e pelosi fanno più male Quote rosso2.png

~ Pamela Anderson sui ragni

Ed ora a caccia di insetti! Vi toccherà armarvi di retino, cari giocatori in erba... la domanda di tanti giocatori è: perché dopo ogni cattura vi si schiaffa su la frase cazzata del tipo "Ho preso una carpa... CARPE DIEM" oppure "Ho preso una libellula depressa... RIUSCIRÒ A TIRARLA SU?"? La spiegazione di questo insolito fenomeno è tuttora ignota. Di seguito alcuni insetti da trovare:

  • Mosche con allegati dei moscerini omaggio;
  • Zanzare (portatevi l'Autan, un consiglio spassionato);
  • Pulci (peggio ancora, e via con lo shampoo);
  • Chamowna (insetto tropicale a quanto pare derivato da una cellula morta di Michael Jackson);
  • Libellule depresse (geneticamente imparentate con la razza emo);
  • Libellule striate (In anteprima dal libro di Geronimo Stilton);
  • Porcellini di terra (i nipotini di Costanzo);
  • Cervo volante (un aviatore cornificato dalla moglie insomma);
  • Tarantole e scorpioni (questi ultimi da due chili e mezzo). Misteriosa è la causa del teletrasporto in seguito a una loro puntura;
  • Dodò (originario dell'Albero Azzurro, è stato declassato a insetto e imparentato con le cimici);
  • Scarabeo ercolano (col peculiare accento napulitan');
  • Coleottero atlante (talmente grosso che ci puoi disegnare una cartina continentale);
  • Scarafaggio (ottimo nell'insalata di riso e flambé);
  • Coleottero elefante (frutto di un'ingroppamento improvvisato fra un moscone e un mammut);
  • Scarabeo Golia (direttamente dalla Bibbia, amen);
  • Sputacchia (una cicala cafona);
  • Scarabeo stercorario (lo si vede giocare a football con grossi massi di merda indurita. Dopo lavati le mani)

[modifica] I pesci

Ora è il turno dei pesci. Ecco ciò che potrete pescare dopo nottate passate al freddo lungo la spiaggia o comprare tranquillamente al pescivendolo sotto casa:

  • Boccalone (ovvia la parentela genetica con Cicciolina);
  • Anguilla (la preferita dalle intenditrici di cose lunghe e, sfortunatamente per loro, floscie);
  • Perlano (una specie di pesce sadomasochista);
  • Merl-struzzo (un pesce creato in laboratorio con i geni di una sardina, un merlo e Maurizio Mosca);
  • Mas-trota (il primo pesce "democratico");
  • Mastellina (una cozza da 5 kili. Ovvia l'origine del nome);
  • Berluscone (simile a un luccio, è un abile spara-fregnacce, ed è anche il primo pesce dall'accento milanese, mi consénta);
  • Rana (declassata da Animal Crossing da anfibio a pesce. Ma conosceranno quella parolina magica di nome Zoologia?);
  • Squalo martello, in dotazione anche un set di pesci chiodo;
  • Rappesce, il rappone subacqueo;
  • Chupesce (il pesce tutto da ciupare);
  • Pescemo (una specie involuta derivata da una sottospecie di sardella. Non è raro avvistarlo intento a tagliarsi le vene con l'aiuto del pesce sega);
  • Lattine di Tuborg, copertoni di qualche Multipla, stivali cinesi (eh già, sono pesci anche questi... inspiegabile il fenomeno della loro somiglianza a un pesce quando sono sott'acqua, nonché il movimento spontaneo!! È proprio vero, non c'è più la monnezza di una volta!);
  • Giurassipesce, detto coelacante (i ricercatori Oral-B sono riusciti a riportare in vita questo mostro da un fossile!);
  • Pesce persico (direttamente dalla Persia, è detto anche pesce kamikaze o sardina talebana);
  • Pesce sega (un pesce amante dei video per bambini);
  • Murena (soggetto di una canzone di Zucchero, "Baila Murena");
  • Ignoran-cozza (mollusco somigliante a Valeria Marini, specie l'interno...);
  • Pesce-Onizuka (pesciolino méchato con manie da insegnante);
  • Pesce volante (l'ultima trovata dell'Alitalia);
  • Squalo bianco (Strano poter pescare uno squalo bianco con un amo giocattolo, vero?);
  • Squalo di MonteZemolo (uno squalo con i controcazzi (non diciamo dove));
  • Pesce Mastella (evoluzione della Mastellina, è volgarmente chiamato pesce porco);
  • Bonolis (simili a gamberetti);
  • Amadeus (predatore dei Bonolis);
  • Pesce Pupo (un pesce che non cresce più di dimensioni dopo i due giorni di età);
  • Pesce Nokia (il pesce telefonico, tiene testa alla Vongolfone);
  • I-fish (il pesce progettato dalla Apple);
  • Cazzo di mare (per soddisfare le passere... emette uno strano liquame biancastro se strizzato... davvero!!);
  • Cerni-era (si attacca usualmente alle parti basse dei panta-pesci e delle jeansogliole);
  • Pesce Borchia (un pesciolino alquanto bastardo. ha le pinne borchiate in ferro);
  • Passera di mare (il pesce più ambiguo solo al seguito della PASSERA NERA);
  • Pesce Angelo (direttamente dalla Bibbia, amen (fa coppia con lo Scarabeo Golia)).

[modifica] Peculiarità del gioco

Animal Crossing presenta numerose caratteristiche anomale, frutto della mente perversa sua creatrice:

  • Saltano fuori sacchi di soldi da dei sassi. Sì avete capito bene. Dai sassi. Colpendoli con una pala. A meno che il sasso non sia una pepita da 200 kili, si dubita sulla veridicità di tale avvenimento;
  • Altra grande trovata, le tarantole emo: se le insegui troppo si buttano in mare e muoiono. Ma è normale??;
  • C'è la possibilità di fare crescere alberi di soldi. Che siano quelli nel giardino di Zio Silvio?;
  • Tua madre ogni tanto decide di scriverti qualche lettera, senza mandarti neanche una cazzo di paghetta!
  • Lasciando la casa incustodita anche per una settimana, sarà SEMPRE costellata di blatte (le quali, stranamente, correndo emettono un rumore insolito...). E qui salta fuori il lato crudele del gioco: invece di poterle catturare e gettarle fuori (ora che serviva!), è necessario saltarci su con cattiveria, fino ridurle a degli ammassini informi;
  • Gli armadi, i comodini e gli altri mobili condividono gli stessi cassetti: in pratica se mettete un libro in un cassetto di un armadio, andate in un'altra stanza e lo ritroverete magicamente dentro a un altro mobile. Tecnologia avanzata o mano divina?;
  • Di tanto in tanto si svolgeranno delle sagre paesane: il Gentilgiorno, l'Insettomania, il Pesce day (per zitelle)... da notare il giorno dei fuochi artificiali, dove per cinque lunghe ed estenuanti ore continueranno a esplodere in cielo razzi di ogni tipo, senza un minuto di pausa. Stortimer vi regalerà oltretutto dei simpatici fuochi d'artificio, totalmente privi di qualsivoglia utilità (fra questi la "stella fumante", la "candela albanese", il potentissimo "Crash, Boom, Bang!!", detto anche "Big Magnotta", e il blasfemo "Botto-Dio"). Portandoli in giro si rischia l'arresto;
  • Il personaggio è assolutamente vegetariano (solo frutta), gli altri non mangiano mai e Van Trick mangia anche i copertoni delle auto. Ci si chiede se i programmatori sapessero il significato delle paroline corretta alimentazione...;


[modifica] Conclusioni

Ecco cosa fare in presenza di un giocatore di Animal Crossing:

  1. Ucciderlo brutalmente, prima che possa diffondere la moda e condannare il mondo a una fine prematura;
  2. Darlo in pasto ai metallari con un biglietto attaccato alla schiena "I Metallica fanno house";
  3. Scappare, cambiare identità e rifugiarsi in un eremo a vita;
  4. Strappargli dalle grinfie il gioco e gettarlo senza indugio sotto una schiacciasassi.


Nintendo logo.png
Mr Resetti con ballon.png
Non resettare! Hai capito? Non resettare!!! Se lo fai, ti buco il cranio col piccone, non mi frega un cazzo se poi la PEGI mi mette il bollino 18+!!
Strumenti personali
wikia