Amedeo Minghi

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Avvertimento autoradio assordante
Attenzione
Questa roba è inascoltabile!
L'ascolto prolungato può portare alla paralisi cerebrale.
Si consiglia di accucciarsi a terra o di scappare a gambe levate.
Puffo1
Minghi

Lo sguardo magnetico del Minghi.

Quote rosso1 Un artista così chiamarlo Minghi è riduttivo... Bisognerebbe chiamarlo MINGHIONE! Quote rosso2

~ Il Mago Forrest su Amedeo Minghi
Quote rosso1 Come la veritaiiii che più la dici e più la dici maiiii Quote rosso2

~ Amedeo Minghi interrogato dal Giudice per le Indagini Preliminari
Quote rosso1 A nove anni! A nove anni, ti rendi conto? Quote rosso2

~ Amedeo Minghi disperato per il mutamento di colore dei suoi capelli d'argento
Quote rosso1 Trovato il testo di un'antichissima e noiosissima musica cinese. Risale alla dinastia Minghi Quote rosso2

~ Roberto Giacobbo su Minghi


Amedeo Minghi oppure Minghia Medeo è una celebre figura biblica appartenente al Pantheon musicale fin dal 1947. È celebre per le sue liriche complesse e indecifrabili che parlano di chi soffre d'amore, di malinconia e di emorroidi.

[modifica] La Vita

Amedeo Minghi album

L'album più autobiografico del cantautore romano.

Amedeo Minghi è nato a Roma nel 1947 d.C. (dopo Cocciante) da padre salumiere e madre ornitofaga. All'età di 16 anni si dedicò allo studio del canto e si buttò anima e corpo nell'interpretazione dei canti gregoriani, che di lì a 3 anni avrebbe completamente rinnovato, semplicemente modificando tutte le rime inserendoci un "aiiii" alla fine.

Ebbe una storia d'amore travagliata con Santa Mietta da Verrazzano, storia che finì con il celebre dialogo Vattene amore poi diventato un canto ecclesiastico intonato in tutti i venerdì di Quaresima nelle chiese di tutto il mondo.

Nel 1970 conosce Edoardo Vianello ma quest'ultimo non lo dirà mai in giro per timore che questo possa compromettere la sua carriera artistica.

[modifica] Il quasi successo

Nel 1989 pubblica La vita mia. Nonostante la canzone venga boicottata da tutte le stazioni radio perché fa aumentare gli incidenti stradali il Minghi la esegue comunque durante la sua tournè dal titolo: Soddisfatti o rimborsati:

guardo meglio e non g'e'
piu' dubbio che tu siah
che sei
la vida miah
che begli occhi vedreiiiiiii
con gli occhi mieiiiiiiii

Nel 1990 arriva la consacrazione con Vattene amore, meglio conosciuta come "trottolino amoroso" cantata assieme a Mietta in un momento di duplice follia. La canzone arriva comunque terza al Festival di Sanremo (dove vincerà Parlami d'amore Mariù in tutù) e vincerà dieci dischi di platino, 3 dischi di bronzo e 2 piatti di plastica.

[modifica] I pressappoco successi

Hasbro Beyblade Grip Attacker Basic Top Starter Toys1-resized200

Trottolone amoroso du du da da da

  • "Vattene amore" e il suo sequel "Levati dal cazzo, tesoro mio"
  • "Domani mi svegliaiiii" (Vincitore al Festival di Sanremo nel 1986)
  • "Quando l'estate verraiiii"
  • "Io e teiiii"
  • "Questo amore che sa di candeggina"
  • "Ti regalerò un catetere"
  • "Minghi canta Minghi"
  • "A' uallera e' zi Rafele" (omaggio a Gigi D'Alessio)
  • "Lo Sfrangia-Minghi"
  • "Amedeo Minghi live in Autogrill

[modifica] La quasi morte

Dopo aver sbaragliato tutti i nemici infedeli con i suoi canti in rima aiiiica, Amedeo Minghi fu fatto oggetto di numerosi attentati dinamitardi, dai quali riuscì a salvare la pelle usando il ben noto potere lassativo delle sue canzoni. Gli attentatori dopo aver ascoltato uno o due dei suoi brani sono stati colti da un'incontrollata mareggiata intestinale e si sono autoricoverati in bagno per diverse ore. È la maledizione del Minghi che non lascia scampo.
L'ottavo tentativo di uccidere Amedeo Minghi merita un cenno a parte. Il suo attentatore, tale Mino Reitano, chiuse le finestre della tenda da campeggio dove vive il Maestro e fece scivolare un tubo sotto l'uscio della porta, tubo collegato al suo ano dal quale iniziò a petare senza sosta. Minghi riuscì a salvarsi solo perché due anni prima aveva fatto una tournè con Lucio Dalla, le scoregge di Reitano a confronto gli sembrarono deodorante per auto.

[modifica] I Miracoli

Dopo essere rimasto vivo in seguito all'ennesimo attentato si parlò subito di miracolo e dei Misteri del Minghi. Sensibile al grido di "Minghi Santo Subito", l'allora pontefice Cotoletto Omeletto I decise di dare ascolto ai suoi fedeli e diede il via alla procedura per santificare una persona che ha reso servigi alla C.H.I.E.S.A.. Sparò in aria con una calibro 25 e diede ad Amedeo Minghi 35 minuti di tempo per compiere tre miracoli, presentare una domanda in carta da bollo da 14 euro e 62 centesimi e consegnare il tutto presso gli uffici della Lottomatica di Ryad.

  • Primo miracolo: il primo miracolo di Amedeo Minghi fu di trasformare l'acqua in vin brulè. Prese una caraffa di Acqua Panna ci ruttò sopra e questa prima prese il colorito rosso Levi Montalcini, poi iniziò a prendere fuoco. I giudici preposti alla verifica del miracolo diedero la valutazione di 95/100. L'unico voto negativo fu quello di Pupo.
  • Secondo miracolo: Amedeo Minghi convertì un gruppo di atei della Congregazione agnostica dei figli di paragnosta al Cristianesimo, dopo avergli cantato "O' sole mio" in giapponese.
  • Terzo miracolo: Amedeo Minghi apparve in sogno contemporaneamente a Hal Bano e a Loredana Lecciso costringendoli all'accoppiamento coatto nel giardino di casa davanti ai loro domestici. Amedeo Minghi riuscì a portare a termine l'impresa e ricevette le stimmate; se le procurò nell'atto di aprire una bottiglia di chinotto.

[modifica] Curiosità

  • L'album Cantare è d'amore è pieno di canzoni che parlano di temi molto sentiti dal Minghi. Egli ha definito quindi quest'album un' abboffata di Minghi; i critici hanno corretto il tiro definendo quest'album "una Minghi abboffata".


Strumenti personali
wikia