Alter ego

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Giuliano Ferrara doppio.jpg

Giuliano Ferrara e il suo Alter Ego: il diabolico uomo-maiale Cotekinus.

Un alter ego (dal latino, "altro io") è un altro sé, una seconda personalità o persona all'interno di un soggetto, non di rado in competizione con la prima.
« Ora basta! Lascia scrivere anche me. » ... « Te lo scordi, ho appena iniziato! »
Il termine viene comunemente usato nell'analisi letteraria per descrivere personaggi che sono psicologicamente opposti l'uno all'altro. Nella narrativa popolare, ma soprattutto nei fumetti, indica l'identità segreta di un supereroe o giustiziere. In politica, i drammatici casi di sdoppiamento della personalità, vengono spesso "bollati" col termine dispregiativo "voltagabbana".

Wikiquote.png
«« Si è vero, sono la nipote di Mubarak. Lo giuro sui miei 13 figli! »»
(Piersilvia Mubarak, alter ego di Ruby Rubacuori (alter ego di Karima al Marough))

Il mio alter ego mi ha appena suggerito che bastava questa introduzione, l'ho invitato a gettarsi sotto il Rapido 366 delle 19,15 e ho scritto questo periodo superfluo, col solo intento di fargli rabbia. Tiè!!!

[modifica] Diritto statale

L'espressione «alter ego» indica anche un complesso di prerogative e poteri, che discendono da una carica superiore e sono conferiti in capo a un soggetto. In passato, poteva prevedere anche l'emanazione diretta dei pieni poteri del monarca ad una persona di fiducia su un territorio circoscritto (alter ego del Re o luogotenente del regno).
Ferdinando II di Borbone, regnante sulle Due Sicilie, voleva eleggere un luogotenente per le provincie di Trapani. Fece la proposta a tutti i nobili della corte, in risposta ci furono solo rifiuti e sbadigli (Trapani era troppo lontana dai comodi ambienti mondani di Napoli). Il sovrano allora disse: «Vi ci metto pure lo Ius primae noctis!». Ne scaturì una rissa ad eliminazione diretta:

  • il Marchesino Bebbo Pallanti Boffa uscì al primo turno, assieme al Visconte Pancrazio Orefice dei Guidobaldi e la maggior parte dei Manubrio Patta
  • agli ottavi si estinsero le dinastie Pampuri Cotta e il casato dei Poggio Fiascone
  • ai quarti soccombettero i Molinari, il duca Brandone de' Poggioli e Celestino Urbani Vacca
  • in semifinale furono sconfitti il barone Nevio Aldebrando Sizza e suo cugino Pancolfo Urbani Tettamanza
  • la finale fu disputata dal granduca Felice della Scamorza in Coccio e il marchese Vituzzo Lupara Cannamozza

La tenzone fu vinta da quest'ultimo, che dovette però sottostare ad una postilla del sovrano, ossia convolare a nozze con sua nipote. La contessina Maria Indelicata Farnese era alta come un paio di stivali ussari e talmente brutta che la madre ancora chiedeva scusa al marito. Però era allegra, più o meno come "na busta de coccie de fave".

[modifica] Aspetti pisiloco psicologici

In psicologia, la presenza di «alter ego» viene descritta come Disturbo Dissociativo dell'Identità (DDI), che può avvenire per brevi o lunghi periodi. Di rado può sfociare nella fuga psicogena, un improvviso allontanamento dal proprio ambiente, con incapacità a ricordare il proprio passato, confusione riguardo alla propria identità e parziale o completa assunzione di una nuova personalità. In sostanza quello che accade a un discreto numero di politici e giornalisti.
Un soggetto che affascina gli studiosi di mezzo mondo è Domenico Scilipoti. Nel corso della sua vita ha manifestato più volte disturbi dissociativi dell'identità. Essendo nato a Barcellona Pozzo di Gotto, a 15 anni si faceva chiamare Johan Cruijff (campione blaugrana degli anni '70). In seguito è stato :

[modifica] Il Doppelgänger (bilocazione)

Bilocazione.jpg

Bilocazione di una giovane sposa. Il marito era così felice di avere due mogli, che si è strangolato 6 minuti dopo col cordone della tenda in salotto.

Un doppelgänger è una copia spettrale di una persona vivente. Il concetto è stato investigato da vari psicoanalisti tra cui Robert Dale Owen, che studiò un singolo caso. L'episodio gli venne riferito da Julie von Güldenstubbe che fu testimone, all'età di 13 anni insieme ad altri bambini, del fenomeno di bilocazione dell'insegnante di lingua francese Emilie Sagée.
Il doppelgänger spesso mimava la Sagée o si muoveva indipendentemente da lei:

  • mentre lei scriveva, faceva lo stesso ma senza avere la penna
  • quando lei mangiava, dopo 5 minuti portava il conto e l'amaro
  • quando la Sagée scorreggiava, lo spettro si tappava il naso con una faccia disgustata
  • mentre l'insegnante era indaffarata col compito in classe, andava a casa Sagée e si faceva trombare dal marito

Nel caso vi capitasse di vedere l'immagine raddoppiata di una persona, prima di coinvolgere lo psicologo (che è tanto impegnato) sarebbe meglio smettere con i Cordialini e smaltire la sbronza.

[modifica] Gli avatar

L'avatar è un'immagine scelta per rappresentare la propria utenza in comunità virtuali, luoghi di aggregazione, discussione, o di gioco on-line. La parola nella tradizione induista ha il significato di incarnazione, di assunzione di un corpo fisico da parte di un dio (Avatar: "Colui che discende" o "Tiene a uallera").
Tra i giochi di ruolo on-line, molti sono ad ambientazione medievale e fantasy; in essi è presente una certa standardizzazione dei soggetti.

Il prode Gorgolas di Asthar (Terrore dei Draghi) si descrive così:

  • Alto e dal fisico possente
  • folta chioma dorata che staglia sull'armatura scura
  • muscoli tesi e sempre pronti alla pugna

In realtà si chiama Gaetano Pallamansueta, impiegato alle Poste di Caserta e possiede queste sembianze:

  • tarchiato, con vistosa panza e fisico da sollevatore di polemiche
  • capelli ai lati con riportino e canottiera a bretella fina (con macchia di sugo)
  • mano tesa e pronta alla pugnetta.
Alter ego avatar.jpg

La virtuale "Dama guerriera" Alkeryath e il suo alter ego nel mondo reale.

La donzella Saedryll (Regina delle Fate di Lanzalot) è inevitabilmente di tal guisa:

  • Alta e dal fisico armonioso
  • estese ciocche corvine sciolte sul mantello vermiglio
  • gambe lunghe e muscolose nei calzari intrecciati fino al ginocchio

Il suo alter ego vive a Nuoro, all'anagrafe risulta Immacolata Pinna vedova Carrieddu, questo l'aspetto:

  • alta come un cocker ma con un fisico da carlino
  • capelli grigi e cotonati su vestaglione di flanella a quadri scozzesi
  • un paio di vene varicose che fanno capolino sulle tozze gambe prive di caviglie (ai piedi le pratiche pattine a pois)

[modifica] Letteratura

Jekyll e Hyde.jpg

Sdoppiamento della personalità. Ad esempio: di giorno un soggetto potrebbe essere un Primo Ministro e la sera trasformarsi in uno stupratore di minorenni.

The Strange Case of Dr.Jekyll and Mr.Hyde è un celebre romanzo del 1886 dello scrittore di Edimburgo Robert Louis Stevenson. Considerata la sua opera più importante, è uno dei più grandi classici della letteratura fantastica di tutti i tempi. La storia è conosciuta da tutti. Il dottor Henry Jekyll scopre il suo lato gaio e si invaghisce di mr. Hyde nel club "Marinaio languido" alla periferia di Londra... ah! ...no scusate, questo era un film che ha noleggiato il mio alter ego.
(certo che mi fai fare delle figure!!...)

Durante i suoi studi sulla psiche umana e le riflessioni morali sulla propria condotta, a seguito delle vicissitudini notturne di Mr. Hyde, il dottor Henry Jekyll giunge ad una ponderata conclusione filosofica:

Wikiquote.png
«Ho fatto una straripante ed emerita cazzata!»
(Henry Jekyll, nel celebre romanzo di R.L. Stevenson.)

La riflessione di Stevenson sulla natura umana, tuttavia, va oltre la semplice scissione, dal momento che sia Jekyll sia Hyde hanno memoria dell'alter ego e spesso parlano tra loro.

Jekyll : Quote rosso1.png Mi spieghi stanotte cosa è successo? Mancano due sterline dal portafogli! Quote rosso2.png
Hyde : Quote rosso1.png Niente di importante, ho fatto un giretto a salutare un paio di amiche. Quote rosso2.png
Jekyll : Quote rosso1.png E perché mi prude la zona inguinale? Quote rosso2.png
Hyde : Quote rosso1.png Boh! ...piattole? Quote rosso2.png
Jekyll : Quote rosso1.png Porco che non sei altro... hai preso le piattole?! Quote rosso2.png
Hyde : Quote rosso1.png E te credo! Con due sterline le aragoste non me le davano! Quote rosso2.png
Jekyll : Quote rosso1.png Questa è una battuta molto vecchia. Quote rosso2.png
Hyde : Quote rosso1.png Anche la battona era molto in là con gli anni! E poi, era brutta come una bestemmia in chiesa! Quote rosso2.png
Jekyll : Quote rosso1.png Ha parlato Adone... sei così brutto che per dormire conti le iene! Quote rosso2.png
Hyde : Quote rosso1.png E tu sei talmente sfigato che nella calza della Befana hai trovato un piede! Quote rosso2.png

[modifica] I Supereroi dei fumetti

Eroine politiche.JPG

Le due supereroesse eroine: Dental Cleaning e Pump Girl.

Nel mondo dei fumetti, l'Alter Ego è in genere l'identità segreta del supereroe. Per i disegnatori, la cosa più difficile da gestire è ovviamente garantirne l'anonimato. Per farlo, si ricorre in genere al fantasioso "costume". Ora la domanda sorge spontanea:
"«Come fa Lanterna Verde a non essere riconosciuto, se indossa sulla faccia solo una minuscola mascherina da scambista?»"

Se lo saranno chiesto in molti. A fornire una risposta a questa domanda, la DC Comics non c'ha nemmeno provato e forse è stato meglio così, considerando quello che si erano inventati per il caso Superman.
Clark Joseph Kent è, come sappiamo, l'alter ego di Superman. Anche in questo caso, è quantomeno strano che Kent non venga riconosciuto nelle vesti dell'eroe se toglie gli occhiali. Ebbene (questo il lampo di genio dell'autore), sono proprio questi ultimi che rendono la cosa possibile. Attraverso le speciali lenti, ricavate dal lunotto del razzo che l'ha portato sulla terra, Superman proietta per gli umani un'immagine distorta di se stesso, lo vedono tutti con le rughe, le spallucce a "stampella" e un poco di panza.

Ora la maggior parte di voi mi starà lanciando una maledizione, perché gli ho tolto un dubbio che, vista la spiegazione, era meglio lasciare dov'era. Ma questi sono i fatti e allora: o ve la prendete con la DC Comics oppure col mio alter ego.

[modifica] Curiosità

  • Tutti i parlamentari di centrosinistra hanno in comune un alter ego che si chiama Diabolik,
  • Tutti i parlamentari di centrodestra hanno in comune un alter ego che si chiama Pinocchio;
  • Tutte le parlamentari di centrosinistra hanno in comune un alter ego che si chiama Eva Kant,
  • Tutte le parlamentari di centrodestra hanno in comune un alter ego che si chiama minchia,
  • Credo fondata la voce secondo la quale il mio alter ego è scappato nel 1974 dal manicomio di Collegno, altrimenti non si spiega l'articolo;
  • Il mio alter ego è appena uscito sbattendo la porta.

[modifica] Voci correlate

Strumenti personali
wikia