Alice in Wonderland

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Nota disambigua.svg Oops! Forse cercavi Alice nel paese delle merdaviglie, il libro?
Alice con Pedobear.jpg

Alice e il fidato Pedobear si tuffano in un mondo magico...

Logo di Wikipedia sballonzolante.gif
Per quelli che non hanno il senso dell'umorismo, su Wikipedia è presente un articolo in proposito. Alice in Wonderland (film 2010)
Quote rosso1.png Hai idea del perché un corvo assomigli ad una scrivania? Quote rosso2.png

~ Il Cappellaio Matto dopo aver usato l'erba del brucaliffo.
Quote rosso1.png La domanda è... chi sei tu? Quote rosso2.png

~ Il brucaliffo, che mentre sniffa neanche riconosce Alice.
Quote rosso1.png Io sono Panco Pinco, e lui è Pinco Panco. Vicerversa, io sono Pinco Panco e lui è Panco Pinco. Altrimenti, io sono Panco Pinco e lui Pinco Panco. In caso contrario, io sono... Quote rosso2.png

~ Panco Pinco e Pinco Panco (o Pinco Panco e Panco Pinco).
Quote rosso1.png L'ho scelto come protagonista del mio ultimo film per la sua grande espressività. Quote rosso2.png

~ Tim Burton su pupazzo gonfiabile che saluta come uno scemo a proposito di Alice in Wonderland.
Quote rosso1.png Sei assolutamente svitato. Ma ti svelo un segreto... tutti i migliori sono matti! Quote rosso2.png

~ Alice conforta il Cappellaio Matto dopo che ha sterminato la sua famiglia con un'accetta.
Alice : Quote rosso1.png È impossibile! Quote rosso2.png
Cappellaio Matto : Quote rosso1.png Battere Avatar? Solo se pensi che lo sia. Oh, hai ragione, lo è. Quote rosso2.png
Quote rosso1.png L'unico che fuma più di me. Quote rosso2.png

~ Keith Richards su Brucaliffo.

Alice in Wonderland è un film 3D diretto da Tim Burton, che vanta l'incredibile collaborazione di Johnny Depp come Cappellaio Matto, Arthur Rosterville come Leprotto Bisestile e una russa a caso come Alice.

Uscito nel 2010, il film si basa sul libro Alice nel paese delle meraviglie e sul suo seguito Alice nel paese delle meraviglie 2: la vendetta, mischiate con quell'unico gusto per l'oscuro e il misterioso che solo Tim Burton riesce ad infondere.

[modifica] Trama

Stop hand.png
Avvertenza:
Questo articolo contiene dettagli che potrebbero rovinarti la "sorpresa", come per esempio il fatto che

ALLA FINE ALICE UCCIDE IL DRAGO E TORNA A CASA, COME ERA OVVIO
Beh, ormai che l'ho detto puoi anche leggere tutto...

Stop hand.png
Alice nel giardino di fiori-Luigi.jpg

Alice nel giardino di Weegee-fiori.

Il film si apre mostrando una piccola bambina di nome Alice Kingsley, che sarebbe normale, uguale a tutte le altre bambine della sua età, se non fosse per quella gonna blu di gusto discutibile. Questa ha un sacco di incubi in cui finisce in un mondo magico e favoloso, creati dalla sua dipendenza alle droghe pesanti. Anche diciannovenne, i suoi problemi con la droga non terminano, insieme agli incubi. Alice è oramai dipendente, e la sua mente si rifiuta di ricordare che ha ucciso l'amato padre durante un'astinenza. La madre decide di trovargli un buon marito/dottore esperto/snob, un tale Hamish Ascot, e trascina Alice ad una festa che si rivela essere una segreta proposta di matrimonio con quell'idiota. Ma Alice, prima della proposta, estrae una pasticchina e la ingoia. In questo modo, i suoi incubi si materializzano come visioni: Alice vede un coniglio bianco con un panciotto che le indica un orologio da taschino. Cosa per altro stupida, dato che tutti sanno che i conigli usano ancora le meridiane. Alice insegue il coniglio e cade per errore in un gigantesco buco alla base di un albero, finendo così nel Paese delle Meraviglie (nome da lei inventato per trovare una scusa alle sue overdosi).

Alice si risveglia in una stanzetta molto piccola, e immediatamente una tv si accende mostrando uno strano tipo che gli dice: "Ciao, Alice, facciamo un gioco...". Alice dice però di non voler giocare perché non è più una bambina, e in quel momento nota una bottiglietta con sopra scritto "bevimi". Alice, che è dislessica e ci legge sopra "San Crispino", la ingolla all'istante. La bottiglietta. Perciò diviene minuscola, senza una ragione apparentemente spiegabile. Non riesce a passare attraverso una porta minuscola, poiché anche se è piccola ha dimenticato la chiave sul tavolo. Alice quindi trova una scatola di biscotti con sopra scritto "Mangiami". Alice, che da piccola è ancora più dislessica, ci legge sopra "Sei grassa come una mucca". Offesa, si mette a piangere, e divora il biscottino. Torna grande, recupera la chiave, raggiunge la porta ma è troppo grande. Quindi ribeve la bottiglietta (rigettata precedentemente di stomaco), ma adesso la chiave è troppo grande per essere sollevata. Alice torna grande, inzuppa la chiave, questa diviene piccola, poi cerca di bere ma l'acqua è finita. Allora cerca di prendere la chiave, ma è diventata troppo piccola: ragione per cui decide di masticarla insieme al biscottino, per farla divenire grande. Per errore ingolla la chiave, che però torna grande nel suo stomaco, sbudellando in due Alice. L'enigmista, dalla piccola tv in alto, sghignazza. Con tutta la forza che ha in corpo, la parte superiore del corpo di Alice sniffa una canna con sopra scritto "Rollami". Alice torna indietro nel tempo, prima di trovare bottiglietta e biscottino. Saggia dell'esperienza raccolta, stavolta ingolla la chiave spingendola con l'acqua. Furbescamente, la chiave le diventa abbastanza piccola da essere espulsa per l'ano. A quel punto Alice lecca la chiave, e diventa mezza nana. Decide quindi di infilarsi il biscottino nel naso, cominciando a starnutire colate di moccio gigante. Alice si lava quindi i capelli con l'acqua, che si restringono e diviene pelata. Depressa, cerca di leccare la chiave per tornare indietro nel tempo, ma dato ha solo l'effetto di trasmettergli l'AIDS. Al termine, chiama MacGyver, che col biscottino e la boccetta ci fa un bulldozer e sfonda la miniporta. Raggiunge un giardino pieno di fiori, popolato da buffe creature parlanti (un Dodo che non se lo fila nessuno, un ghiro che in realtà è un topo, due ciccioni pelati inguardabili. Il gruppo raggiunge un bruco sniffato, simbolo della passione di Alice, che gli dice di dover uccidere il Cicciarampa, un drago ciccione brutto come la fame che non ha fatto nulla se non esistere, ed essere al servizio della Regina Rossa.

Vecchio che balla.gif

La deliranza. Forse.

Improvvisamente Alice e il gruppo vengono aggrediti da un Uomo-orso-maiale, insieme a un branco di carte e un terribile Fante di Cuori, imbattibile a Spider (se non contiamo la regina e il re, nonché l'asso in alcuni giochi di carte). Il ghiro (che non è un ghiro) salva Alice dalla furia del mostro usando un ago che non sappiamo dove teneva, col quale gli cava un occhio in barba alle regole più elementari del WWF sulla salvaguardia dei mostri giganti. Panco Pinco e Pinco Panco vengono comunque rapiti da un gigantesco uccello, e non sembra dispiacergli troppo.

In una scena inutile che sintetizzeremo in una riga, la Regina Rossa taglia la testa a un rospo e vuole quella di Alice.

Alice sta ancora scappando da sola, fino a quando si perde in una gigantesca foresta frutto delle sue allucinazioni, dove un Gatto che fuma erba gatta sgattaiola Gattuso col Gattopardo. Alice rimane incantata dallo spettacolo, e solo adesso si rende conto che il mostro gigante di prima gli ha portato via mezzo braccio. Spaventata, il gatto le indica la strada, conducendola in una pianura dove incontra il Cappellaio Matto e il Leprotto Bisestile, due simpatici personaggi fuori di testa che bevono the da anni, senza mai dormire o andare in bagno.

In seguito succedono un sacco di cose, ma dato che la spiegazione di Wikipedia si conclude qua e noi non possiamo superarla (quinto emendamento), concluderemo dicendo che Alice prosegue il suo lungo viaggio, incontrando personaggi incredibili come la Regina Bianca (che di alzar le mani mai si stanca) e un cane parlante di nome Bryan.

[modifica] Personaggi

[modifica] Alice

Alice è una qualsiasi ragazza straricca: promessa ad un nobile snob e antipatico, si dirige controvoglia ad una festa che si tramuterà presto nel primo passo dell'incredibile trip di Alice, che la porterà da un capo all'altro di una terra immensa per cinque-sei volte, credendo per tre quarti del film che sia solo un sogno. L'Alice è la stessa vista nel libro e il ben-più-noto film Disney: capelli biondi tinti, gonna gigante blu che però perderà più volte nel film, rivelando continuamente sotto di essa un nuovo vestito sempre più piccolo e attillato. Potremmo descrivere la sua personalità, ma la verità è che non ha aspetti interessanti, se non essere l'eletta per distruggere un drago gigantesco in una scena copiata dal Signore degli Anelli.

[modifica] Cappellaio Matto

Alice-in-Wonderland-Johnny-Depp-Cappellaio-Matto.jpg

Il cappellaio matto mentre cerca di starnutire a occhi aperti: è matto.

Il cappellaio matto è l'ennesimo pazzo interpretato da Johnny Depp. Nel film, rappresenta la follia massima che Alice reprime scatenata dall'uso di droghe pesanti: la follia estrema. Si tinge i capelli di rosso e porta in testa un cappello che fa fico[citazione necessaria]. Beve sempre un the e parla in modo stupido solo per attirare l'attenzione. Ovviamente, è anche il migliore al mondo a ballare la deliranza, una simpatica musica discomusic dove il soggetto si spacca il collo e danza. Ogni tanto, mentre cammina, si tramuta nelle movenze in Jack Sparrow.

[modifica] Regina di Cuori

La Regina di Cuori è una donna crudele, malvagia e dalla testa più grande del corpo. Sempre discriminata dalla famiglia a causa di una malattia alla testa, si è sentita esclusa e ha cercato di conquistare il mondo contro il volere della sorellina-barbie-perfetta. Incompresa fino alla fine, viene condannata per l'eternità insieme al Fante di Cuori a vivere a Udine. No, Udine nooooooooooooo!

[modifica] Regina Bianca

Lepre bisestile.png

Il pazzo leprotto bisestile.

La antipaticissima Regina Bianca è una barbie colpita da una paralisi delle braccia, che la costringe a muoversi continuamente come se acclamasse la Madonna. Vive nel suo bellissimo palazzo bianco insieme a Ken, dove mangia cibi esotici e passeggia ore e ore per gli inutili giardini. Odia sua sorella, ha le labbra delle Bratz e ha fatto voto di non far mai del male a nessuna creatura vivente, Wladimiro Tallini escluso.

[modifica] Personaggi minori

  • Fante di cuori: Il fante di cuori recita un ruolo di fondamentale importanza[citazione necessaria], ma tanto non se lo fila nessuno: rompe le scatole un po' a tutti nel film, non combina nulla alla fine e viene pure condannato a passare l'eternità con la Regina di Cuori.
  • Pinco Panco e Panco Pinco: Due grassoni che passano il tempo a dire una cosa, a negarla, a ripeterla, a pensarci su... oltre alla loro bruttezza, non sembrano avere nessun tratto particolare. Alla fine del film muoiono, quando Alice gli dice: "Io mento sempre", per un'esplosione dei loro piccoli cervelli.

[modifica] Animali parlanti

  • Bianconiglio: Il Bianconiglio è un coniglio con un panciotto e un orologio. Curioso il fatto che indichi continuamente il suo orologio fermo da anni senza motivo, dato che a differenza della storia precedente adesso non deve andare da nessuna parte.
  • Cane: Un cane qualsiasi che in realtà parla. Vuole che sua moglie e i suoi figli vengano liberati, perciò sta al servizio della Regina Rossa, ma aiuta Alice in ottocento occasioni diverse, ad esempio portandole pantofole e giornale.
  • Leprotto Bisestile: Quel pazzerello del Leprotto Bisestile ha sterminato sua moglie e i suoi centocinquanta figli a colpi di stracchino. Si è poi messo col Cappellaio, per bere the fino a scoppiare e raccontarsi barzellette sporche.
  • Ghiro: Il ghiro non è un ghiro e non è maschio. Si tratta bensì di un roditore femmina (una topa, insomma), la quale apparentemente non ha un ruolo davvero utile. Apparte il fatto che salva quell'idiota di Alice che altrimenti morirebbe all'inizio del film.
  • Absolem, il Brucaliffo: questa larva bluastra ha capito tutto dalla vita. infatti è l'unico che nel film non si danna l'anima per sconfiggere la regina rossa. Sta tutto il giorno seduto su un fungo a fumarsi intere piantagioni di maria. se qualcuno gli rivolge la parola, egli da come risposta, con una voce tra il cannato e l'assonnato, la fatidica domanda "Chi sei tu?" poiché è talmente fatto da non riconoscere il suo interlocutore. Nonostante questo è ritenuto la personalità più saggia in tutto il paese delle meraviglie(in quanto è l'unico a non essere fuori come un balcone). Per questo ha l'importante compito di custodire l'Oraculum, una specie di calendario sul quale sono segnati gli avvenimenti di ogni giorno,sia esso passato, presente, futuro o anche condizionale. Purtroppo, essendo l'Oraculum sprovvisto di foto di donnine nude, nessuno lo consulta mai (forse una volta in tutto il film). Il simpatico insetto ha la capacità di sparire in una nube di fumo (come un hippie).

[modifica] Curiosità

Icona scopa.png
L'abuso della sezione «Curiosità» è consigliato dalle linee guida di Nonciclopedia.

Contribuisci a scop migliorarla disintegrando le informazioni nel corpo della voce e aggiungendone di inappropriate

  • Questo film vanta, fra le musiche, la collaborazione dei Tokio Hotel, ma non per questo significa che il film faccia cagare.
  • Questo film vanta, fra le musiche, la collaborazione di Avril Lavigne, ma non per questo significa che il film faccia cagare.
  • Il Bianconiglio, a differenza della prima visita di Alice, dice che è tardi anche se non deve andare da nessuna parte.
  • La ricetta illustrata dalla Regina Bianca è quella della minestra che ti preparava tua madre da piccolo.
  • È previsto un seguito delle avventure della nostra eroina: Alice in Wonderbra[citazione necessaria].
  • La Regina Bianca fa uso di droghe pesanti.
  • Durante il flash-back del Cappellaio se guardi con attenzione puoi vedere Johnny Depp che saltella nudo sullo sfondo.

[modifica] Voci correlate



Strumenti personali
wikia